• Fino a 75.000 euro

  • Rata proporzionale alla retribuzione mensile

  • Non è necessario avere un garante. Il tuo stipendio, o pensione, garantisce per te. Per i dipendenti privati, per una maggiore garanzia, viene posto un vincolo sul TFR

  • Finanziamento garantito da due polizze assicurative

  • Rata trattenuta sulla busta paga o pensione

Scopri i requisiti per richiedere la Cessione del Quinto “QuiTu”

Chi può richiedere la Cessione del Quinto ''QuiTu''

  • dipendenti statali, pubblici o parapubblici
  • dipendenti del settore privato (aziende con almeno 16 dipendenti assunti a tempo indeterminato)
  • pensionati

Quali sono i requisiti necessari

Dipendenti statali, pubblici, parapubblici e privati

  • essere maggiorenne;
  • avere un contratto a tempo indeterminato da almeno sei mesi, salvo diversa indicazione da parte della Compagnia Assicurativa o dell’azienda di cui si è dipendente.

Pensionati

  • pensione di almeno 550 euro mensili;
  • massimo 80 anni al momento della richiesta del prestito.

Se extracomunitario è richiesto anche il permesso di soggiorno a tempo indeterminato.

Per tutti è necessaria la residenza italiana.

I documenti necessari

  • documento d’identità valido
  • codice fiscale o tessera sanitaria in originale
  • ultima busta paga o cedolino della pensione
  • codice IBAN del tuo conto corrente
  • ultimo CUD o modello OBIS/M se sei pensionato
  • certificato di stipendio o attestato di servizio se sei un lavoratore dipendente
Ulteriore documentazione può essere richiesta in fase di valutazione della pratica.

Coperture assicurative

Il prestito è garantito da due polizze obbligatorie per legge, il cui costo è interamente sostenuto dalla Banca:

  • polizza sul rischio vita*
  • polizza sul rischio perdita dell’impiego (non prevista per i pensionati)
* Prima della sottoscrizione leggere il Fascicolo Informativo vita, che deve essere consegnato dall’agente in attività finanziaria e può essere consultato anche sul sito internet della compagnia assicurativa e della banca.

Informativa generale

Ricordiamo che l’erogazione del prestito è vincolata alla delibera favorevole da parte dell’Istituto erogante

Richiedi un preventivo personalizzato